4 Låg Oscura Di Delle Selva nero Eva Donne Gomma Tretorn Uk Stivali Nero tznRqw

Risposte: 22   Visualizzazioni: 4868  Sottoscrizioni: 23

Risposta al topic

ti scuso per la battuta...ma l'olio di gomito nn comporta nessun risultato.....non capisco perchè i moderatori del forum permettano di fare questo tipo di interventi,poichè nn fanno altro che impoverire la serietà di questo forum...
spero di avere prima o poi qualche consiglio serio...

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
flaviobob5
Velista
120 Messaggi
Iscritto il 19-09-2007

Risposta al topic

dalle mie parti, fino agli anni sessanta si facevano delle regate remiere fra gozzetti appositamente sfinati nel disegno. per queste regate gli scafi venivano preparati circa un'ora prima della regata con il succo delle "foglie" delle piante dei fichi d'india. mi rendo conto che non è proprio una soluzione tecnologica, ma nei racconti dorati ed avventurosi dei ricordi dei nostri "vecchi" pare che funzionasse benissimo. ovviamente non ne conosco il principio.
per la lucidatura invece, puoi provare ad usare un flex da lucidatura, ovvero con variatore della velocità, una pasta ad acqua a grana 940 o 960, da applicare a media velocità e tanta tanta fatica.
ci sono anche delle vernici epoxi che creano la cosiddetta pelle di squale (zigrino) ed hanno avuto un grosso momento di notorietà una decina di anni fa, ma è sempre stata molto controversa la loro efficacia, pare ridotta dalla rigidezza degli scafi rispetto alla consistenza del corpo degli squali.
di altre cose non ho conoscenza.
Oscura Tretorn nero Di Uk Delle Eva Selva 4 Låg Stivali Donne Gomma Nero
cià, bv

p.s. prova crema di aloe in vasellina, magari applicata come se fosse una cera.
o anche la paraffina tipo mirror a grana 16 applicata a mano con tre passate di panno di lana per mano (una per stendere, una per pulire l'eccesso ed una per lucidare) direi almeno 10 - 14 mani in tervallate fra loro di un paio d'ore circa. non so quanto sarà efficace in scivolamento, ma la barca sarà bellissima!

D'onore Piano Di D'oro Del Damigella Chic Del Scollo Comode Delle V Donne Con Lunghezza Maxi A Paillettes Vestito Etv4T4wq Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
Uk Gomma Nero Donne Di Låg Eva Oscura Tretorn Stivali Selva nero Delle 4 buon vento, pimpinix "fra tutte le forze naturali il vento è sempre stato la più difficile da afferrare. ci sfiora, ci muove, ma non possiamo toccarlo a nostra volta. fu la nostra prima esperienza dell'ineffabile. qualcosa con una potenza indescrivibile, troppo remoto per poter essere visto, ma abbastanza vicino per essere sentito in modo molto intimo, quasi personale..." da "il libro del vento" di Lyall Watson
Nero Låg Selva Eva Tretorn Uk Stivali 4 Donne Di nero Gomma Delle Oscura pimpinix63
Velista
298 Messaggi
Iscritto il 16-02-2007

Risposta al topic

intanto volevo scusarmi per il tono un po polemico che ho usato in risposta a quel messaggio sull'olio di gomito......
condivido con te toro seduto che la vela è anche piacere di sorridere e di vivere...ma do molta fiducia a questo forum e quindi all'esperienza degli altri velisti e non condivido l'umor quando è così scontato e gratuito...quasi offensivo direi.
tornando però al mio problema ti spiego il mio procedimento così possiamo discutere su ciò che posso o nn posso fare:
io ho pensato di levigare l'opera viva con grana al 2000 con acqua e sapone in modo tale da togliere eventuali imperfezioni o porosità alla vetroresina...successivamente ho pensato di lucidare tutto lo scafo con una pasta abrasiva ( sulla pasta abrasiva ci sarebbe da aprire un'altra diuscussione poichè nn conosco i legami tra abrasione e lucidatura, non conosco neanche le caretteristiche di un flex ).
dopo la lucidatura ho pensato di stendere su tutto lo scafo un prodotto che "dice" migliori la scorrevolezza del 40% che si chiama ACQUASPEED della holmenkol che si trova online...in altri forum inglesi ho letto che migliora la penetrazione sull'acqua e che è stato usato e viene usato dai staristi o 4.20 4.70 per aumentare le prestazioni dello scafo..vorrei provarlo anch'io...
poi ho contattato un responsabile commerciale della veneziani e mi ha consigliato due prodotti: uno specificatamente adatto alle grandi barche da regata che vengono tenute sempre in acqua e un altro prodotto per gli scafi come il mio che vengono immersi nel'acqua solo per partecipare alle regate,questo ultimo si chima DUREPOX è un primer epossi-uretanico che steso sullo scafo migliora le prestazioni di scivolosità del 15%...
ho un sacco di opzioni e di possibili work program ma direi che la lucidatura con grana 2000 acqua e sapone,succesiva lucidatura con frullino elettrico e panno di lana, e poi stesura di questo acquaspeed sia per ora la migliore soluzione.
semmai vorrei da voi un consiglio sulla pasta abrasiva che posso utilizzare sopratutto che caratteristiche di grana deve avere...grazie mille e buon week

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
flaviobob5
Velista
120 Messaggi
Iscritto il 19-09-2007

Risposta al topic

Hai mai pensato alla sciolina il procedimento che mettono sotto gli sci x eliminare l'attrito , e se usi la smerigliatrice fai attenzione a non fare incavature ciao

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
buo natale
Olo
Velista
182 Messaggi
Iscritto il 30-08-2007

Risposta al topic

Nel caso ti servisse ancora:

ho appena letto di una pasta in tubetto, la HiTechBrite, dicono che riduce del 6 % la resistenza in acqua. Ovviamente non ho avuto esperienze dirette e non so se sia effettivamente efficiente.

Di Stivali Nero Delle Uk Donne Tretorn 4 Oscura Selva nero Låg Eva Gomma
www.hitechsailing.com

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
Salud
Oscura Donne Selva nero Låg Stivali Tretorn Eva Di 4 Delle Uk Nero Gomma fustino83
Velista
308 Messaggi
Iscritto il 19-05-2006

Risposta al topic

grazie nn l'avevo mai sentita....grazie proverò a sentire eventuali recenzioni...grazie ancora

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
flaviobob5
Velista
120 Messaggi
Iscritto il 19-09-2007

Risposta al topic

Non ne so molto, ti posso dire però che fino a qualche tempo fa' il sistema più usato era carteggiare con grana finissima, con acqua ma senza sapone. Il risultato è (sarebbe): una superficie liscia, che si bagna di una lamina d'acqua; questa lamina resta aderente allo scafo, praticamente ferma; la scorrevolezza è quella relativa all'attrito di "acqua su acqua"... Non so se sta cosa si ritiene superata, ma qualche anno fa' era il top...
Ciao

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
BV Alberto Il più bello dei mari è quello che non navigammo... (N. Hikmet)
Tramp
Velista in porto
2 Messaggi
Iscritto il 15-07-2008

Risposta al topic

grazie si in effetti è quello che ho già fatto..ma ogni volta che si mette la barca sull'invaso con questo sistema si dovrebbe pulire acurtamente tutta l'opera viva e questo nn è sempre possibile in un porto o in una darsena affollata...mi occorre più un prodotto da applicare alla supeficie già lavorata con quel sistema che mi hai gentilmente raccontato in modo da creare uno strato che migliori ancor più la scivolosità e che nello stesso tempo protegga il lavoro svolto...ciao e grazie

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
flaviobob5
Velista
120 Messaggi
Iscritto il 19-09-2007

Risposta al topic

questo è un problema che sarebbe molto piacevole risolvere assieme.
Io bazzico spesso piccoli poliscafi, per i quali la resistenza d'attrito è la remora maggiore allo sviluppo di velocità impensabili per le dimensioni ( già ora si viaggia più veloci del vento).
Ho pensato anch'io, senza però dare un'attuazione pratica alla mia idea, che una soluzione potesse trovarsi nel campo dello sci da discesa, pure tenendo conto dei diversi coefficienti d'attrito tra ghiaccio ed acqua: quest'ultima infatti è un freno più efficiente, purtroppo. Così ho pensato al teflon.
Esistono già in commercio antivegetative al teflon o alla grafite, ma non hanno senso su scafi destinati a non restare in acqua.
Avrei pensato anche a foderare l'opera viva degli scafi con un film di teflon, ma sono stato bloccato non tanto dal costo del materiale, che pure è elevato, quanto dalla incapacità di ancorarlo adeguatamente.
Ci vorrebbe un colpo di fortuna: che tra di noi, cioè, ci fosse un tecnico dei materiali o uno sciatore agonista, in grado di rispondere ad alcune domande e di dare eventualmente degli indirizzi.
Grazie, auguri e buona navigazione a tutti
Ugot

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
ugottone
Mozzo
55 Messaggi
Iscritto il 07-12-2007

Risposta al topic

Caro amico, premetto che di regate ne faccio poche, sono un velista che macina miglia in solitario, però ti dico: sti attento ad abrasivare troppo il gel cot perchè crei dei microtraumi a lla pelle protettiva e faciliti l'osmosi, il janno ci va gia un po' soggetto. Usa comunque il polish per auto al posto della pasta abrasiva. In commercio poi esistono delle antivegetative al teflon, però, non ho esperienza diretta e costicchiano anche. Guarda, una buona autolevigante, può andar bene. Per vincere, occupati piuttosto delle vele, e della loro ottima regolazione. Poi qualcuno che ne sa più di me, ti dirà la sua.b.v. e gustati il mare anche al di fuori delle regate, specialmente la notte. Francesco

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
francesco bambini
Velista in porto
Di Vestiti donne V Lunghe Colore Scollo Maniche Strappy A Floreali Verticali A Coolred Laterali 1qzUdPw6q
6 Messaggi
Iscritto il 18-12-2008

Risposta al topic

grazie francesco...era solo per la barca da regata..poi con quella di mia proprietà so cosa singifica veleggiare sul mare senza nessun patema di vincere regate....ti ringrazio anche per il consiglio..in pratica ho solo dato una leggere levigata con il 2000,ma nn sul gelcoat ma su un epossidico bicomponente...steso sul gel coat quindi posso essere tranquillo...grazie di nuovo

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20

Risposta al topic

ugottone scusami se ti rispondo adesso..allora io come ho detto ho fatto così! ho preso una bella smerigliartrice...ho portato a zero la vecchia antivegetativa arrivando al gel coat originale..poi mi sono fatto un bel ciclo epossidico e su questo ho lavorato a regola d'arte con acqua sapone e carta abrasiva prima del 800 poi del 1000 e poi del 2000 risultato? uno scafo che scivola anche dal carrello...quindi superficie con una scorrevolezza assurda ed infatte le nostre prestazioni sono cresciute e di molto ...in commercio ci sono dei prodotti non antialghe attenzione,che se spruzzati migliorano l'efficenza del 40%,però e c'è un però ogni volta che ci fai una regata dovresti togliere la barca e metterla sull'invaso...asciugarla e dopo che si è pulita bene rimettere di nuovo il prodotto....quindi chi può farlo sono i grandi armatori magari di un gp42 o un tp 42 o un coppa america...ma non noi comuni mortali...quindi si il teflon è uno dei prodotti migliori in commercio..ma quanto costa e soprattutto poi il costo ne vale poi la candela?
dai segui il mio consiglio..a volte una superficie trattata come ho fatto io è meglio della finitura di uno smolto..poichè sullo smolto l'acqua tende a incollarsi mentre su un epox trattato come ho fatto l'acqua scivola...e di molto.....ciao ragazzi e buon anno..

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
flaviobob5
Velista
120 Messaggi
Iscritto il 19-09-2007

Risposta al topic

Tretorn Di Oscura Selva Eva Uk Nero 4 Låg nero Delle Gomma Donne Stivali
ciao, auguri e grazie per la risposta, con la quale sono totalmente d'accordo (così come sono d'accordo con l'amico che diceva di controllare attentamente anche vele, rinvii, io aggiungo centraggio pesi, porta tutto sottocoperta a centrobarca compreso il sacco con la merenda e i cellulari, ancorotto cime; disponi il peso dell'equipaggio in modo che sia più equilibrato possibile nel senso della larghezza e più centrale possibile; con venti leggeri specialmente alle portanti movimenti lenti e dolci, i caproni che saltano vanno incollati alla coperta; insomma centra i pesi e movimenti dolci
Ma non voglio insegnarti il mestiere
Il fatto è che dentro di me si nasconde un ficcanaso che mi dice spesso " e se invece....?"
Per questo motivo, pure apprezzando i monoscafi, il mio interesse si rivolge sopratutto ai poliscafi, che sono un campo più vasto di osservazione.
Già ora un catamarano ben fatto supera la velocità del vento con una randa testaquadra (che in realtà è un ritorno al passato), lo stesso vale per un tri, che però ha maggiore ingombro e minor comodità; nel mezzo ci sta il proa, che però è critico nella conduzione.
Maggior velocità vuol dire maggiore sicurezza e maggiore divertimento ( e tu che hai una barca fortemente planante lo sai benissimo).
E quindi sto cercando di uscire da questa pletora di nozioni per acquisire, testandole, alcune certezze.
Per esempio:
ho acuistato due vecchi scafi di Tornado
e mi fermo qui, la seconda parte in giornata
Ciao
Ugot

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
Eva Delle Gomma nero Uk Stivali 4 Tretorn Di Nero Låg Donne Oscura Selva
ugottone
Mozzo
55 Messaggi
Iscritto il 07-12-2007

Risposta al topic

scusa flavio, sono sempre Francesco,come dice Lubrano: la ddomanda sorge spontanea: ma perchè hai fatto un trattamento epossidico sopra al gel cot? Non mi dirai che anche tu sei di quelli che prendono la tetraciclina per paura dell'influenza. Un trattamento epossidico, ha senso solo in presenza di osmosi, (fatto come dio comanda) non ha significato se l'opera viva è sana. Con questo, rispetto tutte le opinioni,per carità. Io non sono nessuno, sono il più coglione del mondo, ho solo espresso la mia opinione e ti ho posto una domanda. Buon anno e b.v. a te e tutti gli amici del sito, Francesco

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
francesco bambini
Donne Tretorn nero Låg Nero Stivali Selva Delle Oscura Gomma Eva 4 Di Uk Velista in porto
6 Messaggi
Iscritto il 18-12-2008

Risposta al topic

Se permetti Francesco rispondo io. L'applicazione dell'antivegetativa va fatta di norma dopo avere carteggiato l'opera viva; in questo modo parte del gelcoat se ne va, in alcuni punti più che in altri e si aprono delle pre-vie di infiltrazione.
Tieni presente che sulle barche nate da regata, come il Fun, il gelcoat è una pellicola molto sottile.
Questa pellicola, sottoposta allo stress da navigazione, può aprirsi per piccole crepe e consentire al liquido di penetrare nel tessuto e creare sacche di osmosi.
Quindi, se hai la barca da regata, tienila a terra senza dare antivegetativa; ma se l'antivegetativa è stata data, prima o poi dovrai passare al ciclo epossidico: io ti auguro prima, per motivi di tempo e di costo: l'osmosi, se presa in tempo, non è un fatto gravissimo.
Continuando con Flaviobob, ti dicevo che- essendo io poliscafista- la curiosità mi ha spinto ad acquistare due scafi di vecchio Tornado per giocherellarci.
Perchè il Tornado? Perchè è una barca nata bene, come il Flyng Dutchman e lo Junior,il 4,70, il Soling, la Star (che oggi sembra orribile), il Fun appunto, e non moltissime altre.
Mi ha sempre infastidito il fatto di dover smontare un cat di larghezza maggiore ai 2,50 m, necessaria a reggere alberi altissimi e poco gestibili da soli.
Quindi vorrei collegare i due scafi con traverse di m.2,50 (larghezza codice) e provare sistemi di vela diversi dai Marconi per verificarne performances e gestibilità.
Una di queste è la vela a chela di granchio (crab claw sail) usata ancora oggi sui proa; l'altra, una portoghese che, secondo le mie riflessioni, mi farebbe perdere di bolina, guadagnare alle altre andature ed evitare il gennaker.
In quest'ottica, mi piacerebbe sperimentare sull'opera viva qualcosa, tipo teflon, tipo sciolina, che diminuisca anche di poco gli attriti, e che sia condivisibile facilmente con gli altri appassionati.
Per concludere, se tra i nostri lettori c'è un tecnico dei materiali o uno sciatore discesista, si faccia avanti: sarà accolto a braccia aperte.
Ugot

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
ugottone
Mozzo
55 Messaggi
Iscritto il 07-12-2007

Risposta al topic

Sono veramente contento, quando dei velisti, mettono le loro opinioni ed esperienze a confronto. Sono felice di aver contribuito ad alimentare questa discussione sul trattamento delle carene. Mi piace sentire l'opinione di regatanti,che ricercano il massimo dalla loro barca. Anche io, sono del parere che in mare la velocità è sempre sicurezza, tant' è vero che pur se in crociera, spessissimo in solitario, e col pilota automatico, cerco sempre la miglior regolazione delle vele, con ogni mezzo, pretendo che quel flusso laminare, rimanga sempre tale e non diventi turbolento.Ho sempre avuto grandi barche,dal punto di vista della marinità, dal mosquetaire al lambrusco ora il brigand 950,per cui le mie poche regate sono sempre state giocoforza le regate della focaccia e del barbera ,ma trattamento antiosmosi o no, è giusto che la barca dia sempre il meglio. tutto deve essere a punto. Quindi ben vengano tali discussioni, vi prenderò sempre parte. Non prteciperò mai a discussioni sul forno a micro onde o sul boiler o altre stupidaggini simili. Vi ringrazio e vi auguro un 2009 pieno di miglia e di buon vento A presto Francesco Bambini per gli amici Bambi.
Oscura Di Selva Låg Uk nero Delle Gomma Eva 4 Stivali Nero Donne Tretorn

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
francesco bambini
Velista in porto
6 Messaggi
Iscritto il 18-12-2008

Risposta al topic

Sono veramente contento, quando dei velisti, mettono le loro opinioni ed esperienze a confronto. Sono felice di aver contribuito ad alimentare questa discussione sul trattamento delle carene. Mi piace sentire l'opinione di regatanti,che ricercano il massimo dalla loro barca. Anche io, sono del parere che in mare la velocità è sempre sicurezza, tant' è vero che pur se in crociera, spessissimo in solitario, e col pilota automatico, cerco sempre la miglior regolazione delle vele, con ogni mezzo, pretendo che quel flusso laminare, rimanga sempre tale e non diventi turbolento.Ho sempre avuto grandi barche,dal punto di vista della marinità, dal mosquetaire al lambrusco ora il brigand 950,per cui le mie poche regate sono sempre state giocoforza le regate della focaccia e del barbera ,ma trattamento antiosmosi o no, è giusto che la barca dia sempre il meglio. tutto deve essere a punto. Quindi ben vengano tali discussioni, vi prenderò sempre parte. Non prteciperò mai a discussioni sul forno a micro onde o sul boiler o altre stupidaggini simili. Vi ringrazio e vi auguro un 2009 pieno di miglia e di buon vento A presto Francesco Bambini per gli amici Bambi.

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
francesco bambini
Velista in porto
6 Messaggi
Iscritto il 18-12-2008

Risposta al topic

anche io sono del parere che la barca nella opera viva non deve essere lucidata , ma seppiata con carta 1000 / 1500 ad acqua . il sapone non guasta.

se hai una superfice lucida , come una vettura , noterai che quando la lavi o piove , si formano goccioline che si attaccano senza scorrere.

poiche' la resistenza all' avanzamento della barca e' dato dalle sue dimensioni ma anche dall' attrito nell' acqua, e la penetrazione nel liquido e' trattenuta dal flusso lamellare , dove il primo strato si porta appresso tutta l' acqua che non puo' scrollarsi di dosso , mentre una suprfice liscia ma non lucida ne favorisce l' avanzamento.

saluti riccardo da torino

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
ric
Velista in porto
5 Messaggi
Gomma Låg Nero Di Oscura Uk Stivali 4 Delle Eva Donne Tretorn Selva nero
Iscritto il 06-11-2009

aumentare la scivolosità scafo a vela

buon giorno miei cari amici...oggi ho un problema nuovo da porvi...con un mio amico sto sistemando un classe fun della jeanneau per consentirci di partecipare alle regate di classe...lo scafo risulta invecchiato e avrebbe bisogno di una lucidata....ho già abbastanza esperienza di lucidatura poichè ho già lucidato la mia jeanneau bahia tempo fa...ma in questo caso vorrei usare dei prodotti più adatti alle competizioni quindi con maggior scorrevolezza. Ho saputo che per esempio le coppa america venivano lucidati con dei prodotti che ne miglioravano la scorrevolezza sull'acqua,ma nn conosco i produttori quindi il nome del prodotto...
per prima cosa mi occorre una pasta abrasiva per togliere l'alone giallo creato sulla vetroresina consentendomi di riportare il colore bianco al suo vecchio splendore...ho già un buon frullino di quelli a velocità regolabile quindi mi manca solo sapere la pasta che posso usare e poi acquisterò il panno di lana conseguentemente alle necessità del prodotto...dopo il trattamento di lucidatura classico...vorrei stendere lo stato prodotto antiattrito che sono convinto esista e sia anche di efficacia garantita.............
aspetto vostri consigli....

Inserito il 06-08-2008 alle 15:20
flaviobob5
Velista
120 Messaggi
Iscritto il 19-09-2007

Risposta al topic

"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006
4 Låg Oscura Di Delle Selva nero Eva Donne Gomma Tretorn Uk Stivali Nero tznRqw 4 Låg Oscura Di Delle Selva nero Eva Donne Gomma Tretorn Uk Stivali Nero tznRqw 4 Låg Oscura Di Delle Selva nero Eva Donne Gomma Tretorn Uk Stivali Nero tznRqw 4 Låg Oscura Di Delle Selva nero Eva Donne Gomma Tretorn Uk Stivali Nero tznRqw 4 Låg Oscura Di Delle Selva nero Eva Donne Gomma Tretorn Uk Stivali Nero tznRqw 4 Låg Oscura Di Delle Selva nero Eva Donne Gomma Tretorn Uk Stivali Nero tznRqw

Iscriviti alla newsletter

© 2001-2018 Velaforfun.com